United World Project

Workshop

Il concilio della contea dell’isola Kauai approva la controversia sulla legge sugli OGM

 
20 Ottobre 2013   |   , ,
 
Kauai

L’isola ospita 15.000 ettari di terre che vengono utilizzati da aziende biotech e da produttori chimici per testare i loro prodotti.

 

Il disegno di legge riguarda anche:

1.La divulgazione di organismi geneticamente modificati (OGM)
2.La notifica pubblica prima di spruzzare 
3.La valutazione della contea sugli effetti delle sostanze chimiche spruzzate
4.La divulgazione di quali siano i pesticidi/erbicidi spruzzati, la posizione e la quantità

I sostenitori della misura dicono che il passaggio del disegno di legge è una vittoria per la comunità di Kauai esprimibile come ‘diritto di sapere’.

“I giorni in cui le aziende chimiche OGM  ci avvelenavano in silenzio sono finiti. Per la prima volta alle Hawaii,
un organismo legislativo ha approvato una legge forte per proteggere la gente del posto e i visitatori da sostanze chimiche tossiche per l’agricoltura che sono noti agenti cancerogeni e interferenti endocrini” ha detto l’ Hawaii Justice GMO Coalition in un comunicato stampa. L’organizzazione, infatti, è la stessa che ha condotto lo sforzo dei cittadini a chiedere l’approvazione della legge.

Alcuni residenti erano in fila quel martedì per partecipare alla discussione del Consiglio  “Per tutto questo tempo, non ho mai visto tanta passione e tanto interesse da parte della comunità Kauai su qualsiasi questione” ha detto il consigliere Gary Hooser all’Hawaii News Now.

Gli oppositori dicono che l’intenzione del disegno di legge non è stato quello di educare le persone l’uso di pesticidi,
ma semplicemente un tentativo di liberare l’isola di aziende produttrici di sementi OGM. “Siamo delusi. Ci rendiamo conto che le disposizioni più onerose anti- OGM sono state rimosse dal conto, ma alla contea mancano davvero le risorse e le competenze per l’ attuazione e la gestione delle leggi sui pesticidi ” ha detto Alicia Maluafiti, direttore esecutivo del Crop Hawaii Improvement Association.

Il Consiglio, intanto, ha respinto una richiesta del sindaco Bernardo Carvalho Jr. che aveva chiesto di rinviare
il provvedimento a un mese: il tempo necessario a raccogliere le principali parti interessate come il Dipartimento di Stato della Sanità e il Dipartimento di Stato per l’Agricoltura. “Il veto è non una considerazione. Vorrei guardare il conto e vedere come possiamo davvero lavorare fuori. Ma la mia decisione finale avverrà  solo dopo aver guardato il progetto definitivo e ottenuto il parere del procuratore della contea” ha detto Carvalho .

Se il sindaco non firmerà, il disegno di legge entrerà in vigore in nove mesi. Coloro che lo violeranno rischiano
fino a un anno di carcere e fino a $ 25.000 al giorno di multa.

Il Consiglio della Contea della Grande isola della Hawaii dovrà prendere in considerazione una proposta di legge questa settimana  che proibirebbe, di fatto, tutte le coltivazioni all’aperto di organismi geneticamente modificati (OGM) tranne papaia e altre colture OGM attualmente coltivate.

Fonte: www.ecowatch.com

Traduzione: Mariagrazia

SHARE: