United World Project

Workshop

Torna il “wall for peace”

 
17 Luglio 2014   |   , ,
 
peacebuilding

La pace nel mondo passa attraverso di noi e “la presa di coscienza che tutti gli esseri umani sono come membri della stessa famiglia, nonostante la differenza di fedi, di ideologie, di sistemi politici ed economici” ha detto il Dalai Lama. Così diceva anche la giovane argentina Lucia Buffo, studentessa di economia e presto ammalatasi di leucemia, in quei giorni di sofferenza: “Quando mi hanno raccontato della guerra nel Libano ho pensato: posso offrire ogni pillola per un proiettile di meno”.

Già: una pallottola in meno e essere costruttori di pace ogni giorno nei luoghi dove siamo. Ecco perché all’appello di capi di stato, parti politiche, associazioni e cittadini perché in Siria si fermi il massacro, così come in tutti i luoghi del mondo, ci vogliamo essere anche noi. Ma come parte attiva, come costruttori della pace e della fraternità che si fa giorno per giorno. Per questo noi con lo United World Project abbiamo pensato di lanciare una campagna sul wall del nostro sito: un tavolo di dialogo, che raccolga i pensieri e le azioni che in tutto il mondo si fanno per la costruzione della pace. L’idea è poi di mandare una lettera finale ai Capi di Stato.

Vuoi anche tu essere in questo tavolo virtuale di dialogo e condivisione? Registrati sul sito e lasciate anche tu sul wall della home page del sito dello UNite World Project il tuo segno visibile per la pace!

 


SHARE: