United World Project

Workshop

El Salvador, Guatemala e Honduras: dimensione fraternità

 
22 Ottobre 2013   |   , ,
 
El Salvador

Questo modo di agire ci ha aperto le porte a molti contatti: col gruppo Giovani della Città di Guadalupe e poi con la Parrocchia Gioventù Gruppo Sacro Cuore con cui abbiamo condiviso una mattina a settimana in vista dello spettacolo”.
“Tra gli studenti della University of Central abbiamo fatto la prima presentazione dello UWP grazie ad un dipendente di una delle facoltà dell’Università , il quale, ‘scosso’ dal messaggio del mondo unito ha deciso di creare adottare all’interno della formazione umanistica degli studenti quanto avevamo proposto e poi di presentarlo alle autorità.

Ma ci sono state azioni anche a San Marcos, un villaggio all’interno del Guatemala colpito dal terremoto. “Dopo un viaggio di 5 ore, abbiamo visitato e consegnato nelle mani di ogni famiglia un piccolo sacchetto di commodities ( zucchero, caffè , minestre , latte , fagioli , ecc). Abbiamo ascoltato quanto ci dicevano per qualche minuto ma è bastato per creare un rapporto . In modo molto semplice ci hanno ringraziato: con alcuni frutti dei loro raccolti o con benedizioni e preghiere”.

Pane e cioccolato. “Dopo aver ricevuto tanti generi di ogni tipo una mattina ci siamo incontrati per andare insieme in un luogo conosciuto come ‘La linea ferroviaria’ e condividere con le persone che vivono in questo luogo senza cibo , riparo e con molte necessità quanto avevamo raccolto. La nostra missione era quella di portare del pane con prosciutto e cioccolata calda. Abbiamo vissuto con loro piccoli momenti di gioia. All’inizio eravamo un po’ timorosi, ma poi quando stai con le persone, ti rendi conto che tutti sono uguali … ”.

Honduras

Con la comunità di Tegucigalpa, Comayagua e Puerto Cortes. “Siamo stati coinvolti in tutto il programma di archiviazione on-line e la raccolta di firme per la UWP e il nostro ‘Let’s Bridge’ è risuonato con forza . Dopo aver ascoltato la sfida di vivere quest’anno ‘il fratello è un altro se stesso’ abbiamo pensato di preparare pentole di zuppa di pollo e verdure per i nostri fratelli senza fissa dimora”. “Alcuni ragazzi sono andati per le strade della capitale per fornire una ricca zuppa ed hanno ricevuto ringraziamenti”.

El Salvador

“In El Salvador abbiamo cercato di creare un ambiente familiare e accogliente per la nostra comunità con il supporto di ragazzi ed adulti, ed abbiamo raccolto durante il periodo natalizio dei giocattoli per Cuba”.

Il programma Gioventù Radio – Radio Maria. Radio Maria El Salvador ha aperto le porte ad un programma mensile rivolto ai giovani da due anni. Questo programma ha permesso di affrontare le questioni attuali dal punto di vista del mondo britannico. “Quest’anno – dicono –, abbiamo parlato di natura , realtà virtuale, cultura della pace, cultura del dare e di Papa Francesco per quanto riguarda la Giornata Mondiale della Gioventù ”. “Questa è una grande opportunità per condividere le nostre idee e raggiungere tanti giovani e adulti che seguono il programma e ci incoraggiano ad andare avanti con quest’iniziativa improntata sulla fraternità”.

“Sono due anni che conduciamo questo programma ed abbiamo visto come esso stesso abbia subito modifiche. E’ questo un modo per creare una nuova consapevolezza per le questioni difficili che attraversano i giovani del nostro Paese” dice Jorge.

“L’andare in onda in radio mi spinge e mi dà energia , a partire dal momento in cui si prepara il soggetto fino alla fine del programma : è una grande avventura nonostante io soffra la ‘paura da palcoscenico’” ci racconta Warbler.

I giovani concludono questa loro lettera dicendoci che: “Ognuna di queste occasioni è stato un ‘frammento di fraternità’ perché si è realizzato nell’incontro con l’altro” dove viene spontaneo intravedere già questo viaggio verso la fraternità universale dell’umanità, vivo, più che mai.

SHARE: