United World Project

Workshop

Etiopia: una nazione che cambia

Di Vittoria Terenzi.

Dopo l’elezione storica di una donna alla presidenza, il Paese del Corno d’Africa sceglie per la prima volta una donna a capo della Corte Suprema, la più alta istituzione legale della nazione.

Una nomina senza precedenti, quella di Meaza Ashenafi. Ad annunciarla è il primo ministro Abiy Ahmed, il leader etiope che ha voluto una maggiore rappresentanza femminile nel suo governo. «Questo è un onore e un privilegio – ha dichiarato Meaza in un’intervista alla BBC -. Questo tipo di opportunità non arriva ogni giorno e questo è un nuovo capitolo per il nostro paese mentre attraversiamo una trasformazione».

Un’Etiopia che cambia sotto la spinta del primo ministro Abiy Ahmed che ha inteso dare uno slancio al radicale programma di riforma del suo Paese decidendo che il 50% dell’esecutivo di Addis Abeba fosse composto da donne. Un segnale importante per tutta l’Africa, che nel periodo postcoloniale ha visto affermarsi un modello patriarcale dei ruoli nella politica, con la conseguente emarginazione delle donne.

Continua a leggere l’articolo su:
SHARE: