United World Project

Workshop

Faenza

 
17 Dicembre 2012   |   , ,
 

Ovviamente ci ha fatto piacere essere circondati dal bene di tanti parenti e amici e li avremmo voluti con noi anche per il battesimo programmato venti giorni dopo, ma non volevamo che questo evento si trasformasse in un’occasione per ricevere tanti altri regali.

Così, a parte i parenti più stretti a cui abbiamo chiesto alcuni regali utili (lettino, seggiolone, seggiolino da macchina…) a tutti gli altri abbiamo chiesto di contribuire al progetto United World Project, indicando anche la pagina internet a cui accedere per conoscerlo meglio.
Nel teatro dove abbiamo fatto un momento di festa avevamo allestito un angolo con un grande salvadanaio e la locandina che spiegasse il progetto, e nei sacchetti dei confetti abbiamo arrotolato la card che si trova sul sito dello United World Project a cui abbiamo aggiunto la frase “Abbiamo scelto di contribuire a questo progetto perché Agostino e tutti i bambini possano crescere in un mondo più unito”.

Agostino è il nostro primo figlio e non avevamo nulla di quanto potesse servire per la nascita di un bebè, ma gli amici e i parenti ci hanno prestato di tutto e possiamo dire che non ci manca davvero niente. Sono stati raccolti 1.000 euro dal battesimo e la scelta di destinarli allo United World Project ci ha fatto sperimentare una vera libertà ed è stato un bel modo per cominciare l’avventura della nostra famiglia.

 

 

SHARE: